Isplora_ZHA_Philarmonic

Zaha Hadid Architects dà forma al suono

Progetti

Lo studio ZHA della compianta Zaha Hadid progetterà l’Ural Philarmonic Orchestra a Ekaterinburg

Lo studio ZHA si è aggiudicato la realizzazione della Sverdlovsk Philharmonic Concert Hall a Ekaterinburg in Russia, la proposta dello studio di architettura londinese è stata selezionata da una giuria internazionale fra quelle di altri 47 team.

Il progetto di ZHA è situato nella città di Ekaterinburg fulcro economico e culturale degli Urali, terza economia del paese e quarta per numero di abitanti (1.5 milioni). La città, in costante crescita negli ultimi anni, rappresenta uno snodo fondamentale tra Est e Ovest, tra Europa e Asia, ed è stata in grado di costruire nel tempo un’importante e apprezzata tradizione musicale e artistica. Il merito di questo successo va anche alla Ural Philarmonic Orchestra, conosciuta in tutto il mondo e che qui ha la sua sede. Ad oggi l'orchestra suona nello storico edificio della Filarmonica di Sverdlovsk, che risale al 1936, anno della sua fondazione. Il progetto della nuova filarmonica risponde proprio alla crescente domanda di concerti e alle necessità di maggiori spazi dell’orchestra, oltre alla volontà di dotare la città di un nuovo spazio pubblico.

Il nuovo edificio progettato da ZHA: la forma reinterpreta il suono per definire spazi e funzioni

Il nuovo edificio progettato da ZHA emerge dal paesaggio urbano e attraverso una copertura ondulata ridefinisce la morfologia dell’isolato: ridisegnano gli spazi pubblici (i contigui giardini di Weiner) e gli accessi, connettendo gli edifici esistenti – tra cui quello dell’attuale filarmonica – e costruendo un nuovo volume vetrato per ospitare gli spazi destinati alla musica.  

Nello specifico, il nuovo edificio comprenderà una sala da concerti principale da 1.600 posti, una più piccola da 400 posti e una lobby di ingresso che funziona sia da foyer per il teatro che da piazza pubblica coperta. Il visitatore superata la scalinata esterna si troverà avvolto dalla copertura che lo condurrà nel grande spazio dell’ingresso, vetrato sulla strada e sui giardini.  Da qui potrà accedere alla grande sala principale che appare dall’esterno come un volume curvilineo appeso alla copertura, agli spazi accessori o alla terrazza posizionata sulla copertura.


Come affermato da Christos Passas, project director di Zaha Hadid Architects, in un video pubblicato dallo stesso studio per la presentazione del progetto, il nuovo volume fa “eco agli aspetti fisici delle onde sonore, il design della nuova sala per concerti filarmonica si basa sulle proprietà della risonanza sonora che crea vibrazioni ondulate in una superficie liscia e continua”. La forma, dunque, della nuova filarmonica reinterpreta il suono per definire spazi e funzioni, dove – continua Passas – “il grande auditorium e l'auditorium più piccolo si uniscono per creare una topografia invertita che segnala e indica il movimento dei visitatori e degli altri ospiti attraverso gli spazi pubblici".

La copertura ondulata progettata da ZHA riecheggia la forma delle onde sonore e ridefinisce un isolato urbano

Linee morbide quindi quelle scelte dallo studio di architettura ZHA per la nuova Ural Philarmonic Orchestra, un volume plastico che prende forma nel tessuto esistente e si apre alla città. Un edificio che farà il paio con lo Sberbank Technopark, il grande complesso votato all’Information Tecnology, che sorgerà entro il 2021 nelle Silicon Valley russa dello Skolkovo Innovation Center di Mosca.

building

La community ISPLORA.com

Per rimanere in contatto con noi ed essere sempre aggiornati su progetti, materiali e design anche sui nostri canali social.

Entra nel mondo ISPLORA

indietro

Crea un account

Se non hai già un account clicca il pulsante qui sotto per creare il tuo account.

crea account

Per ricevere crediti formativi riconosciuti dall'AIA (American Institute of Architects) clicca qui.

Crea un account

back