Isplora_cersaie_bologna

Cersaie 2018

Eventi

Trend e numeri del settore della ceramica in mostra a Bologna

La 36° edizione di Cersaie, il “Salone internazionale della ceramica per l’architettura e l’arredo bagno” promosso da Confindustria Ceramica, si è conclusa a Bologna il 28 settembre. Il salone mostra una duplice faccia, la prima è quella di un settore in crescita e dall’altra quella di essere -ancora- lo specchio delle tendenze in ambito di arredo e di materiali.

Cersaie: un salone che si conferma essere di respiro internazionale

Partendo dai numeri, con le sue 112.104 presenze (+0,4% rispetto all’edizione del 2017) di cui quasi la metà provenienti dall’esterno si riconferma come un appuntamento fondamentale per gli operatori del settore.

Segnale anche dell’ottima salute della ceramica italiana, che prima al mondo, muove un mercato che vale circa 6,4 miliardi di euro all’anno, di cui solo una piccola quota parte arrivano dal mercato interno (15%), segno di un Paese non ancora in grado di prospettare una crescita solida e duratura.

La produzione e la qualità Made in Italy piace e al Cersaie ci confermiamo al 2° posto

Per quanto riguarda la produzione, l’Italia si attesta al secondo posto dietro il gigante cinese con 508,8 milioni di lastre e piastrelle prodotte, poco davanti alla Spagna. Una produzione di alta qualità, invidiata e ricercata in tutto il mondo, che la colloca in testa alla classifica con la detenzione del 32% del fatturato globale che per la Cina scende al 25% e per la Spagna al 16%. Numeri testimoniati anche dall’aumento degli spazi espositivi di Cersaie arrivando sino ai 161.000 mq complessivi dell’edizione 2018 e degli eventi paralleli organizzati durante la Bologna Design Week.

I trend per il mercato della ceramica si confermano essere: il ‘bigness’, l’uso del metallo e l’ispirazione al mondo fashion

Discorso a parte va fatto in merito alle proposte più interessanti presentate durante il salone. I grandi formati continuano la loro corsa verso la “bigness”. Florim per l’occasione ha presentato Magnum Oversize, la più ampia gamma di lastre ceramiche con formati che vanno dal 160x320cm al 120x120cm passando per il 120x240cm e il 120x280cm e diversi spessori 6-12-20mm.

Di sicuro uno dei principali trend di Cersaie è sicuramente il metallo, dove la ricerca porta verso texture molto contemporanee, cangianti, dove a farla da padrone sono gli ossidati. Tra i numerosi prodotti degni di nota emergono la serie Rebel di Flaviker che propone il metallo grezzo in pieno mood industrial, ABK con la texture minimalista “Interno 9” e la linea di “Ossidi” di Marca Corona che con le sue geometrie punta a reinterpretare in chiave moderna stilemi antichi.

Altri richiami sono alla moda, al vintage del coccio e della graniglia, ai tessuti e alle carte da parati, come fa Mirage con le grafiche di Allure. Basti pensare a Marazzi con la serie Eclettica che si ispira al mondo fashion, ai suoi colori intensi e vibranti, e a FAP ceramiche che gioca con colori tenui e pattern geometrici nella serie Pat.  

Ad emergere è, dunque, una continua ricerca della novità che portano sempre di più verso le texture 3d, dai bassorilievi alle incisioni, disegni geometrici e forme che reinventano la tridimensionalità delle ceramiche. Segnali di rinnovamento e di competitività di un settore fondamentale per l’economia e per il territorio.

building

La community ISPLORA.com

Per rimanere in contatto con noi ed essere sempre aggiornati su progetti, materiali e design anche sui nostri canali social.

Entra nel mondo ISPLORA

indietro

Crea un account

Se non hai già un account clicca il pulsante qui sotto per creare il tuo account.

crea account

Per ricevere crediti formativi riconosciuti dall'AIA (American Institute of Architects) clicca qui.

Crea un account

back